Escursioni

Trovate di seguito alcune proposte di visite guidate che possono essere fatte partendo dall’agriturismo.
Vi consigliamo di prenotare in anticipo perché sono davvero molto richieste
!

The Passion Tour. La visita guidata si ispira al famoso film girato da Mel Gibson. Si parte Dall’agriturismo per giungere a piedi al belvedere di Murgia Timone, altopiano murgico che fronteggia la città di Matera e luogo antichissimo in cui l’uomo abita sin dalla preistoria, in cui sono visibili insediamenti umani risalenti al Neolitico, chiese rupestri ed asceteri, jazzi e ricoveri utilizzati ancora ora dai pastori . Da questo sito magico si abbraccia con la vista l’intera città vecchia che ha fatto da quinta naturale per le scene del Golgotha (crocifissione) e del Discorso del Monte. Presso la Masseria Radogna, sede del centro di educazione Ambientale del Parco della Murgia, sono state girate anche molte scene relative alla vita di Gesù: la Scena della casa di Gesù e flashback della sua vita da bambino. Per maggiori info clicca qui

Alla scoperta della flora e della fauna del parco della Murgia. L’agriturismo Nonna Rosa è parte integrante del territorio del Parco della Murgia Materana che comprende oltre 900 specie floristiche, di cui un centinaio sono specie ormai rare, come il timo arbustivo (Thymus capitatus) e il timo spinosetto (Tymus spinulosus) ed alcune sono neofite come la ferula (Ferula comunis) e l’asfodelo giallo (Asphodeline lutea). Passeggiando nel roccioso e affascinante paesaggio del Parco si potranno osservare alberi e arbusti tipici della foresta mediterranea (come il leccio) e della macchia mediterranea (come il ginepro rosso e l’olivastro). Questo ambiente apparentemente aspro ospita in realtà una fauna piuttosto ricca e variopinta. Avvicinandosi al torrente Gravina è possibile godere del canto dell’usignolo di fiume o dello scricciolo e si possono incontrare rettili o animali terrestri come volpi, tassi e ricci che percorrono un territorio in parte incontaminato dall’uomo. Una ricca fauna ornitologica movimenta i cieli del Parco, in cui possiamo avere la fortuna di scorgere il Capovaccaio il più piccolo avvoltoio europeo, e il simbolo stesso del Parco, il Falco Grillaio

Le Chiese Rupestri del Parco. . Il patrimonio delle chiese rupestri nel l’area del parco costituisce un unicum sia in termini di storia che di spiritualità. La visita parte dal Belvedere e si concentra principalmente sulla visita di quattro chiese rupestri: la Madonna delle tre Porte, S.Falcione, Madonna delle Croci e S. Agnese. La prima, caratterizzata da una pianta a tre navate con absidi contrapposte, presenta un residuo corredo di affreschi. San Falcione è tra le chiese rupestri più antiche di Matera, riconducibile alle prima comunità monastiche italo-greche insediatisi nell’area intorno al IX secolo. Oltre alla presenza di affreschi, un complesso di grotte e nicchie scavate nella chiesa hanno per molto tempo costituito uno dei tanti apiari presenti nella zona. Di grande valore architettonico è la Madonna delle Croci, costituita da un’unica navata divisa in due ambienti da un arcone trasversale e caratterizzata dalle numerosi croci incise sulle pareti. La cripta di Sant’Agnese, che è situata a poche centinaia di metri dalla madonna delle Tre Porte, desta particolare interesse per la cisterna posta alla sua sinistra con il relativo canale e la vasca scavata nella roccia per portare e filtrare le acque piovane dal pianoro superiore.

Tutte le escursioni indicate sono praticabili senza difficoltà anche da chi non è un esperto escursionista. Si consiglia però di indossare calzature comode ed abbigliamento sportivo affinché l’attività di svolga in modo gradevole e sicuro. E’ inoltre possibile fare alcune escursioni a cavallo o in bicicletta